News dal mondo ambientale

Wwf: con incendi in Australia 49 specie hanno perso 80% habitat

Tempo di lettura2 minuti

Ad un anno circa dai gravi incendi che hanno colpito l’Australia, il bilancio è drammatico: 191 specie minacciate hanno visto diminuire in maniera significativa il loro habitat, tra queste, 49 ne hanno perso più dell’80% e 3 miliardi di vertebrati probabilmente sono morti. Il bollettino arriva dal Wwf che lancia “Regenerate Australia” un programma quinquennale da 300 milioni di dollari, per il ripristino degli habitat, il recupero per la fauna selvatica, e per un’economia sostenibile con l’obiettivo di rendere il paese “a prova di futuro”.

Wwf – riportando lo studio di Alexander I. Filkov dell’Università di Melbourne – rileva che più di 15.000 roghi, tra foreste e boschi ma anche terreni adibiti a pascoli e praterie, hanno impattato un’area totale di almeno 19 milioni di ettari e rilasciato in atmosfera 900 milioni di tonnellate di anidride carbonica. Gli effetti più devastanti si sono registrati nell’Australia orientale.

Un recente report del Wwf Australia spiega che sono morti circa 3 miliardi di vertebrati, considera i dati più recenti sulle densità delle diverse popolazioni di mammiferi (143 milioni), rettili (2,46 miliardi), uccelli (181 milioni) e anfibi (51 milioni), e tiene conto degli animali colpiti indirettamente dagli effetti secondari del fuoco. Solo fra i mammiferi, si stima che nelle aree distrutte dagli incendi vivessero tra gli altri 40 milioni di opossum e petauri, più di 36 milioni di antechini, topi marsupiali e altri insettivori, 5,5 milioni di ratti canguro, 5 milioni di canguri, 1.1 milioni di vombati e circa 60.000 koala. La Ong evidenzia infine che “il 2019 è stato l’anno più caldo e secco mai registrato in Australia e le previsioni sul cambiamento climatico suggeriscono che gli incendi si intensificheranno e si espanderanno, come le stagioni di siccità (Lewis 2019)”. Per Wwf l’obiettivo del “Regenerate Australia” con 300 milioni di dollari, a fronte dei 200 stanziati dal governo australiano, “è di spingere l’Australia a diventare protagonista nella lotta ai cambiamenti climatici che alimentano gli incendi in tutto il pianeta, mettendo a rischio il futuro dell’umanità e delle altre specie” (ANSA).